martedì 16 ottobre 2018

giovedì 11 ottobre 2018

Candidature servizio civile entro il 31 ottobre 2018





La scadenza per candidarsi è il 31 ottobre 2018.

Nuovi progetti di servizio civile

Una nuova, ulteriore possibilità di fare il servizio civile in provincia di Trento. Sono state infatti pubblicate le liste dei progetti disponibili nel servizio civile provinciale e nel servizio civile in "Garanzia Giovani": sono a disposizione 146 progetti per il primo, ovvero SCUP_PAT, e 2 progetti di SCUP_GG, per un totale di 247 con 247 posti totali a disposizione.
La scadenza per candidarsi è il 31 ottobre 2018.


Se non si è ancora iscritti a SCUP:

  1. attivare la CPS o SPID;
  2. aderire a SCUP (http://www.serviziocivile.provincia.tn.it/come_partecipare/come_aderire/pagina5.html);
  3. se si vuole scegliere un progetto SCUP_GG bisogna prima aderire al programma europeo "Garanzia Giovani" e scegliere il percorso D, che corrisponde al servizio civile;
  4. scaricare la domanda di partecipazione al progetto;
  5. compilare la domanda in ogni sua parte (anche il trattamento privacy!) e allegare un documento di identità valido;
  6. consegnare tutta la documentazione direttamente all'organizzazione che propone il progetto.

Se si hanno problemi informatici e non si riesce ad aderire online al SCUP, l'Ufficio servizio civile mette a disposizione lo Sportello telematico per supportare nelle procedure.
Lo sportello telematico sarà aperto il lunedì e il mercoledì dalla 9:00 alle 13:00 e il giovedì dalle 14:30 alle 17:00 presso gli uffici di via Grazioli 1 a Trento.
I numeri di telefono per lo sportello telefonico sono 0461 493 156 e 0461 493 217.
Se anche successivamente al contatto con lo sportello telematico non sarà possibile aderire al SCUP on-line, verrà attivata la procedura per l'invio della domanda cartacea.

Se si è già iscritti a SCUP:

  1. se si vuole scegliere un progetto SCUP_GG bisogna prima aderire al programma europeo "Garanzia Giovani" e scegliere il percorso D, che corrisponde al servizio civile;
  2. scaricare la domanda di partecipazione al progetto che si trova sul sito www.serviziocivile.provincia.tn.it, compilarla in ogni sua parte (anche il trattamento privacy!) e allegare un documento di identità valido;
  3. consegnare tutta la documentazione direttamente all'organizzazione che propone il progetto.

Rimani in contatto sul sito www.serviziocivile.provincia.tn.it o tramite facebook alla pagina: WeSCUP Il servizio civile trentino.

Info
Le info di dettaglio sui singoli progetti vanno chieste direttamente alle organizzazioni che propongono il progetto, tutte le indicazioni sono nelle rispettive schede di ogni progetto.
L'Ufficio è a disposizione per ogni chiarimento relativo, invece, al servizio civile in generale, ai requisiti minimi necessari per partecipare e per dare supporto all'iscrizione e candidatura.

Ufficio servizio civile
via Grazioli 1 - Trento
mail: uff.serviziocivile@provincia.tn.ittel: 0461 493 413

Qui la lista dei progetti di SCUP_PAT: http://www.serviziocivile.provincia.tn.it/progetti/-anno2018scupPAT09/
Qui la lista dei progetti di SCUP_GG: http://www.serviziocivile.provincia.tn.it/progetti/-anno2018scupGG9/

(at)

Visualizza sul sito


lunedì 8 ottobre 2018

I dieci finalisti dell'edizione 2018 di Strike!






Nei giorni scorsi il workshop con la Scuola Holden, sabato 10 novembre la finale

Prove di esposizione per i finalisti di Strike!

Scelti i 10 finalisti dell'edizione 2018 di "Strike! Storie di giovani che cambiano le cose", il concorso destinato agli under 35 che hanno realizzato un progetto o un'iniziativa di successo nella loro vita e vogliono condividere la propria storia con altri giovani per ispirarli a realizzare nuovi progetti o completare con successo quelli in corso. Gli eletti hanno vissuto una giornata in compagnia dei formatori della Scuola Holden Flavio Nuccitelli e Mattia Venturi per imparare ad esporre la loro storia in maniera efficace di fronte al pubblico nella serata finale del 10 novembre prossimo allo Smart Lab di Rovereto, dove saranno premiati i tre progetti vincenti.

A scuola di "narrazione" per esporre al meglio il proprio successo personale. Mancano poco più di 30 giorni alla proclamazione del vincitore di "Strike! Storie di giovani che cambiano le cose". Lo staff organizzatore ha visionato le 43 candidature ammesse e individuato i 10 migliori "Strike!" che si contenderanno la vittoria finale. In attesa di conoscere il loro destino, pochi giorni fa i 10 finalisti hanno svolto un laboratorio di una giornata incentrato sullo storytelling nelle sale del Civico 13 a Trento, lo Sportello delle Politiche Giovanili provinciali. In compagnia di Flavio Nuccitelli e Mattia Venturi della scuola Holden di Torino hanno imparato trucchi e strategie per rendere ancora migliore l'esposizione della loro storia.

In questi giorni la giuria degli esperti, composta dal regista dei concerti di Vasco Swan Bergman, dal disk jockey Vic, dall'ex campionessa di ciclismo Diana Ziliute, Anna Fiscale (vincitrice lo scorso anno) Martina Bosetti Bertagnolli (responsabile comunicazioni di Grappe Bertagnolli) e l'innovatore Alessandro Garofalo, è intenta a valutare i video inviati dai 10 "eletti" e selezionare le tre storie vincitrici. Gli "striker" vincenti saranno premiati nella serata di sabato 10 novembre nella collaudata cornice di Smart Lab a Rovereto. In questa sede, assieme agli altri finalisti, presenteranno le loro storie di successo con delle narrazioni efficaci e avvincenti e il pubblico potrà votare la migliore. Ai vincitori selezionati dalla giuria sarà riconosciuto un premio di 1000 euro per svolgere un progetto che abbia ricadute sui giovani del territorio, mentre la storia più votata dal pubblico otterrà 500 euro. Anche la capacità espositiva sarà premiata. Il migliore nell'esporre la propria storia otterrà il premio "Storytelling", nato quest'anno in collaborazione con il partner Favini, azienda tra le più affermate in Italia nella cartotecnica.

Di seguito l'elenco con i 10 finalisti:

Ilaria Baldo – trentenne residente a Cembra, nel 2013 col marito Silvio cerca degli animali per allevamento da affiancare all'azienda agricola e si innamorano degli alpaca. Da quel momento nasce l'allevamento Silpaca a Cembra dove 4 giovanissimi alpaca fanno parte dell'azienda. Oggi gli animali sono 11 i quali forniscono lana pregiata con cui Ilaria produce abbigliamento e accessori. Dal 2016 gli alpaca sono protagonisti della pet-therapy alle case di riposo locali.

Emanuele Del Rosso – Vignettista politico di Trento (classe 1986), negli ultimi due anni espone in varie città e viene ammesso alle fasi finali dell'Inktspotprijs ad Amsterdam, premio olandese riservato alla migliore vignetta dell'anno. Ha tenuto un workshop per fumettisti in Tunisia e con il suo progetto attuale vuole riportare la discussione politica nelle strade.

Diamoci un taglio – Cinque giovani dell'associazione RagionevolMente danno vita al progetto "Diamoci un taglio", una campagna di raccolta di capelli donati volontariamente per comporre delle parrucche oncologiche a favore di pazienti che ne hanno bisogno. Partiti da una parrucchiera di Verona, oggi sono presenti a Trento, Bolzano, Verona, Vicenza, Treviso, Padova e Mantova.

Fablab Dolomiti – Un gruppo di giovani fonda nel 2016 a Belluno Fablab, un hub per creativi digitali. Dopo 2 anni lo spazio è un punto di riferimento per artigiani e aziende sia per implementare progetti specifici sia per esplorare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Nonostante il successo Fablab mantiene forti i legami col territorio e organizza corsi di computer per anziani, un digital summer camp e attività di supporto all'amministrazione comunale.

GAGA Vicenza – Due anni fa 3 ragazzi mettono in piedi l'associazione GAGA (Gruppo Ascolto Giovani Arcobaleno) che aiuta le persone omosessuali o transessuali vittime di bullismo, di discriminazione, di violenza o cacciati di casa. In questi spazi le persone possono trovare un ambiente sicuro, un aiuto concreto e informazioni anche attraverso esperti qualificati.

Nana Kofi Osei – Ghanese di nascita, trentino d'adozione con la passione per il rap, il 35enne Nana Kofi Osei trasforma una roulotte nel suo studio di produzione musicale indipendente in quel di Villazzano e pubblica il suo primo Ep intitolato "Welcome to Europe", che racconta l'esperienza dei ragazzi africani alle prese con la nuova vita nel vecchio continente.

Lara Lago – trentaquattrenne di Bassano del Grappa, licenziata dalla tv dove lavorava si trasferisce ad Amsterdam e trova impiego a Zoomin.tv dirigendo un canale video dedicato ai temi di bodypositive, integrazione, diritti delle donne e comunità lgbt. Nel dicembre 2016 diviene portavoce della comunità di italiani che scelgono di lasciare l'Italia alla ricerca di un lavoro migliore e la sua lettera, in risposta all'allora ministro Poletti che li aveva appellati "non più utili all'Italia", diviene virale sui social.

MyruBlock – Tre ragazzi trentini poco più che ventenni, partendo da un progetto didattico arrivano a fondare la StartUp "myRuBlock", un sistema per realizzare strutture temporanee con mattoni in granulato di gomma riciclata derivante dai pneumatici consumati.

Michele Purin – terminati gli studi, Michele non riesce a trovare lavoro a Trento, la sua città, e allora si iscrive a un corso di grafica pubblicitaria. Lavora come direttore alla fotografia al mediometraggio "Voldemort origins of the heir", spin off della sagra di Harry Potter che ottiene un grandissimo successo. Niente male per un ragazzo di soli 25 anni.

Davide Zambelli – dopo il successo nella trasmissione Rai "La Prova del Cuoco" del 2017, il 21enne di Pellizzano allestisce una cucina nella cantina di casa sua e da lì condivide la sua passione per la cucina e la televisione sul web attraverso il suo sito, il suo blog e le piattaforme social.

(an)

Visualizza sul sito


lunedì 10 settembre 2018

PlurAlps, video contest sul tema dell'accoglienza dei migranti promosso dalla Fondazione Franco Demarchi


 

È partito il concorso sul tema dell'accoglienza dei migranti rivolto ai giovani

 

Nell'ambito del progetto europeo "PlurAlps – Migliorare le capacità per uno spazio alpino pluralistico", fino al 26 ottobre 2018 sarà possibile partecipare al Video-Contest #PlurAlps, un concorso a premi organizzato dalla Fondazione Franco Demarchi, a cui i giovani sotto i 30 anni possono partecipare presentando brevi video amatoriali sul tema della valorizzazione del territorio e della diversità culturale, attraverso la promozione di una cultura dell'accoglienza e di dialogo con i migranti, nelle aree alpine delle Valli di Non e di Sole.

 

Terminerà il prossimo anno il progetto europeo PlurAlps, di cui la Fondazione Demarchi è partner accanto ad organizzazioni operanti in Austria, Germania, Francia, Italia, Slovenia e Svizzera, finalizzato a sviluppare e promuovere la cultura dell'accoglienza e a incrementare l'attrattività territoriale e la coesione sociale nelle zone alpine, attraverso servizi e pratiche innovative d'integrazione dei migranti.

Per raggiungere gli obiettivi prefissati la Fondazione sta lavorando in questi mesi attraverso alcune azioni attuate nelle Comunità di due vallate trentine, la Val di Non e la Val di Sole, zone-studio individuate in quanto la consapevolezza dei residenti sull'importanza dell'integrazione delle persone straniere è ritenuta più bassa rispetto alle grandi zone urbane e dove è presente un potenziale attrattivo del territorio non sempre valorizzato. L'approccio metodologico utilizzato per la realizzazione delle attività mira, soprattutto, ad incentivare la partecipazione attiva delle persone nella progettazione e nell'implementazione del cambiamento sociale.

Tra le diverse iniziative proposte sono in fase di svolgimento la realizzazione di tre video professionali, il workshop CantiereCinema e l'attività di ricerca antropologica sul campo. Si è invece conclusa nei mesi scorsi, in collaborazione con l'Associazione Provinciale Problemi Minori, il percorso formativo con visite laboratoriali presso alcune imprese artigianali della Val di Sole con il coinvolgimento di gruppi di giovani locali e giovani migranti anche di seconda generazione, finalizzati all'apprendimento dei rudimenti di attività lavorative tradizionali e caratterizzanti il territorio.

L'organizzazione del Video-Contest #Pluralps è un'attività finalizzata alla pratica documentativa di esperienze sulla migrazione, appena partita nell'ambito del progetto europeo. Nello specifico si tratta di un concorso a premi rivolto ai giovani videoamatori sotto i 30 anni, residenti o domiciliati in Val di Non o in Val di Sole, oppure ai giovani che presentano un video contestualizzato nelle Valli di Non o di Sole, o che presenti situazioni di una di queste due vallate. I video partecipanti potranno essere votati dal pubblico sulla pagina facebook del concorso #PlurAlps e, a seguire, una giuria di esperti selezionerà i primi tre classificati ai quali sarà consegnato il premio nel corso di un evento finale previsto in dicembre.

Tutte le informazioni e il regolamento si possono trovare tra le news del sito www.fdemarchi.it


lunedì 3 settembre 2018

Potenziamento linguistico all'estero adulti 25-55 anni, iscrizioni a MoVe entro il 14 settembre 2018


Adesioni entro le ore 17.30 del 14 settembre 2018

MoVE - Mobilità verso l'Europa: aperte le iscrizioni per le full immersion linguistiche all'estero

Il bando "MoVE - Mobilità verso l'Europa" offre opportunità di potenziamento linguistico attraverso corsi all'estero e tirocini formativi agli adulti di età compresa fra i 25 e i 55 anni residenti in Provincia di Trento. Sono in tutto 10 le iniziative MoVE previste per il 2018, attivate con modalità e scadenze differenti. In particolare in questi giorni si aprono le iscrizioni per le full immersion linguistiche di 2 o 4 settimane, da effettuarsi nel mese di novembre 2018. Sono 94 i posti disponibili nei paesi di madrelingua inglese, Regno Unito, Irlanda e Malta, e altri 94 nei paesi di madrelingua tedesca, Germania e Austria. Le full immersion sono suddivise in corsi di potenziamento linguistico di 2 e 4 settimane e corsi di microlingua settoriale di 2 settimane. La richiesta di partecipazione può essere presentata, per tutte le iniziative attive, da oggi, lunedì 3 settembre fino alle ore 17.30 di venerdì 14 settembre 2018, secondo le modalità di adesione illustrate sul sito https://fse.provincia.tn.it.

Il programma "MoVE -Mobilità verso l'Europa" è rivolto ad adulti, residenti in provincia di Trento, di età compresa tra i 25 e i 55 anni e prevede al possibilità di partecipare ad una delle seguenti iniziative da effettuarsi all'estero:

- corsi di potenziamento linguistico di 2 o 4 settimane, con l'obiettivo di migliorare il proprio livello di conoscenza della lingua inglese o tedesca in termini generali;

- corsi di potenziamento della microlingua di 2 settimane, relativamente ad alcuni ambiti professionali: comunicazione turistica dell'accoglienza e dei beni culturali, comunicazione commerciale, del marketing e delle vendite, comunicazione tecnica applicata all'ingegneria;

- tirocini formativi presso un'azienda/organizzazione estera, della durata di 16 settimane, con finalità di accrescimento delle competenze linguistiche e trasversali ma anche professionali.

- tirocini formativi presso un'azienda/organizzazione estera, della durata di 8 settimane, con lo scopo di sviluppare competenze linguistiche e trasversali in ambienti lavorativi che favoriscano un rapido livello di interazione e socializzazione a prescindere dal profilo professionale del partecipante. 

Da oggi lunedì 3 settembre a venerdì 14 settembre 2018 sono aperte le adesioni alle iniziative di potenziamento linguistico e di microlingua all'estero, di durata variabile di 2 o 4 settimane in base all'iniziativa prescelta. Il programma di attività e gli aspetti logistici principali saranno organizzati e finanziati dall'Amministrazione provinciale: saranno proposti corsi linguistici nei paesi di madrelingua inglese (Regno Unito, Irlanda e Malta) e di lingua tedesca (Germania e Austria). A carico del partecipante sono invece previste le spese di viaggio, da e per il Paese di destinazione, e una quota di compartecipazione. Per accedere a tutte le iniziative è richiesto, un livello di conoscenza della lingua prescelta (inglese o tedesca) pari al B1 QCER o superiore ed un ICEF "Piano trentino trilingue" inferiore o pari a 0,59.

Il partecipante che abbia concluso positivamente l'iniziativa riceverà un attestato di partecipazione e, nel caso di frequenza positiva a un corso di 4 settimane, al ritorno a Trento il partecipante avrà la possibilità di sostenere l'esame per la certificazione linguistica formale. 

Il programma MoVE contribuisce all'attuazione del Piano di legislatura "Per un Trentino Trilingue" ed è finanziato dal Programma Operativo Fondo sociale europeo 2014 -2020 della Provincia autonoma di Trento. Detto programma è cofinanziato dall'Unione Europea – Fondo sociale europeo, dallo Stato italiano e dalla Provincia autonoma di Trento.

 

 

All.to: brochure

(c.ze.)

Visualizza sul sito

© 2018 Ufficio Stampa della Provincia autonoma di Trento


sabato 1 settembre 2018

Studenti Erasmus Unitn invitati a rendere omaggio a Sofia Corradi

Appuntamento mercoledì 5 settembre 2018 (Giornata dell'Autonomia) alle 17 in Sala Depero in piazza Dante 15 a Trento


La lettera del presidente Ugo Rossi e del rettore Paolo Collini

Premio De Gasperi a Sofia Corradi, gli studenti "Erasmus" invitati a partecipare

Gli studenti "Erasmus" dell'Università degli Studi di Trento sono invitati a partecipare alla cerimonia di conferimento alla professoressa Sofia Corradi del Premio De Gasperi 2018. Si terrà il prossimo 5 settembre, a Trento, alle ore 17.00, presso la Sala Depero del palazzo della Provincia autonoma di Trento, in piazza Dante 15. La lettera di invito è stata firmata dal presidente Ugo Rossi e dal rettore Paolo Collini. "Vorremmo che il conferimento del premio alla professoressa Corradi – sottolinea il presidente Ugo Rossi – fosse l'occasione per condividere un momento di gioia con chi ha vissuto direttamente una delle esperienze più importanti di un'Europa che invece di alzare muri ha costruito relazioni favorendo lo scambio di idee e di saperi".

Nata a Roma il 5 Settembre 1934, Sofia Corradi è l'ideatrice del modello di esperienza interculturale che ha portato alla realizzazione del Programma Erasmus. Lanciato ufficialmente dall'Unione Europea nel 1987, il programma ha permesso a migliaia di studenti universitari di fare esperienze di studio presso atenei diversi da quello di appartenenza e di conoscere la cultura dei paesi ospitanti, tessendo nel contempo importanti relazioni con altri studenti provenienti dai diversi paesi europei.
Per questo motivo nella nota di invito si auspica che chi ha vissuto in prima persona quell'esperienza, che per molti ha significato una crescita personale e professionale, partecipi alla cerimonia, anche per offrire una testimonianza di quanto vissuto e per ringraziare la professoressa.
Sofia Corradi vanta una importante carriera accademica che l'ha vista impegnata in Italia e all'estero. Fino al 2004 è stata professore ordinario di Educazione degli adulti nel Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università degli Studi Statale "Roma Tre", dove è stata anche direttore del "Laboratorio di Educazione Permanente" e del "Corso di Perfezionamento in Teoria e Prassi dell'Educazione degli Adulti".
Quella di quest'anno è l'ottava edizione del premio internazionale Alcide De Gasperi, intitolato ai "Costruttori d'Europa". Il premio, istituito dalla Provincia autonoma di Trento nel 2004, ha cadenza biennale.

(lr)

Visualizza sul sito

© 2018 Ufficio Stampa della Provincia autonoma di Trento


Sportello informativo per giovani in via Belenzani 13 a Trento


Da settembre i nuovi orari di apertura al pubblico  
Civico 13: uno sportello giovani unico in via Belenzani

Nato dalla collaborazione tra gli uffici politiche giovanili comunale e provinciale, Civico 13 è un luogo informale, aperto e plurale, una vetrina delle possibilità dedicate ai cittadini più giovani.
Lo sportello lavora in stretta collaborazione con tutti i soggetti del territorio che a vario titolo costruiscono opportunità e servizi per i giovani tra gli 11 ed i 35 anni e per gli adulti interessati.
Gli ambiti riguardano: formazione, servizio civile, volontariato, mobilità internazionale, lavoro, alloggio, agevolazioni, associazionismo, cultura, sport, tempo libero, salute e benessere. Il nuovo spazio aiuterà i ragazzi ad orientarsi in un panorama pieno di occasioni, ma spesso difficile da cogliere nella sua ricchezza. 

Al Civico 13 troverete:

  • un luogo d'incontro e ascolto, di orientamento e informazione
  • un luogo di scambio, dove progetti ed iniziative trovano spazio per raccontarsi e raccontare
  • un punto di riferimento per i giovani, dove sentirsi accolti e attivarsi.

A partire da settembre lo sportello è aperto al pubblico martedì dalle 15 alle 18, mercoledì dalle 15 alle 19, giovedì dalle 10 alle 20 e venerdì dalle 15 alle 18.

È possibile contattarlo anche scrivendo a civico13@provincia.tn.it o telefonando allo 0461 884840.